FANDOM


Quarta nave di classe Daedalus, la Apollo, costruita dal governo degli Stati Uniti, è la terza nave ad essere comandata dall' U.S.A.F. ed è assegnata alla Seconda Ala Tattica. Come la Daedalus viene assegnata alla galassia di Pegaso, dopo un breve missione nella Via Lattea. È comandata dal colonnello Abraham Ellis e il magg. Marks ha servito per un periodo a bordo della nave.

Questa voce è stata articolo del mese
novembre 2009.


Equipaggio Modifica

Ufficiali comandanti Modifica

Equipaggio conosciuto Modifica

Storia  Modifica

Arca della VeritàModifica

L'Apollo fu incaricata, poco dopo essere uscita dalle linee di produzione, di sorvegliare molte navi madre Ori che si erano dirette verso la Terra. La nave tuttavia non vide la battaglia perchè le navi Ori si tennero fuori dal nostro sistema solare e poco dopo si ritirarono con l'arrivo dell'Arca della Verità.
In seguito fu assegnata alla spedizione Atlantide nella galassia di Pegaso (Stargate: L'arca della verità)

Primo attacco ad AsuraModifica

L'Apollo lancia Horizon.jpg

L'Apollo lancia Horizon

Appena arrivata in orbita di Lantea la Apollo teletrasportò in città il col. Ellis che informò la dott. Weir e gli altri membri della spedizione che di lì a dodici ore l'Apollo avrebbe eseguito un raid su Asura. Infatti dopo gli avvenimenti di "Il ritorno" la Daedalus fu incaricata di fare delle foto al pianeta periodicamente per monitorare la situazione. Quando la nave ritornò con foto di cantieri navali in costruzione venne ordinato al nuovo incrociatore terrestre un attacco nucleare sul pineta: venne armato con l' Horizon, che avrebbe dovuto sgancare dalla baia delle armi sulla superficie del pianeta. Dopo l'esplosione dell'arma il col. Sheppard su un jumper occultato si trattenne per controllare ulteriormente la situazione.
Dopo il suo ritorno su Atlantide i sensori della città rilevarono l'uscita di un piccolo veivolo dall'iperspazio che si mise in osizione geostazionaria sulla città; l'Apollo fu mandata a controllare ma apena avvicinatisi, con gli scudi alzati, il comandante riconobbe uno Stargate posto al centro del satellite; questo si attivò e un raggio di energia rosso colpì in pieno la nave infliggendo seri danni, poi il satillite ruotò su Atlantide. I missili impiegati per distruggerlo furono inefficaci perchè protetto era da uno scudo alimentato dal raggio stesso a sua volta alimentato da molti ZPM: era il contrattacco dei replicatori.
Dopo che si decise di usare la piattaforma di trivellazione per far decollare la città e farla andare su un altro pianeta, M12-578, la città eseguì il sato nell'iperspazio e successivamente anche l'Apllo. Alle coordinate d'uscita previste però si presentò solo la nave terrestre (ATL: "Attacco a sorpresa")

Ricerca di AtlantideModifica

L'Apollo colpisce una nave dei replicatori.jpg

L'Apollo colpisce una nave dei replicatori

Non sapendo cosa fare il col. Ellis contattò la stazione spaziale intermedia dove si trovava il col. Carter che concordò l'indirizzo di un pianeta vicino all'Apollo per poter salire sulla nave e aiutare nella ricerca della città. Dopo aver potenziato i sensori della nave propose al comandante di fare dei salti lungo tutto il tragitto Lantea-M12-578 per vedere dove Atlantide fosse uscita dall'ierspazio. Avendo trovato la città e saputo da Teyla della missione della squadra del col. Sheppard, si diressero verso Asura dove arrivarono giusto in tempo per salvare Sheppard, Ronon e McKay da una nave dei replicatori, che stava per distruggere il loro jumper, ma non la dott. Weir (ATL: "Alla deriva", "Salto nell'iperspazio").

Aggiornamenti AsgardModifica

Daedalus e Apollo distruggono una nave dei Replicatori con le nuove armi.jpg

Daedalus e Apollo usano le nuove armi

Dopo l'istallazione degli aggiornamenti sulla nave l'equipaggio partì ala volta della galassia di Pegaso insieme alla Daedalus per usare le nuove armi energetiche al plasma per fermare le inarrestabili navi classe Aurora dei repicatori. In seguito a molti raid le navi terrestri distrussero un totale di sette navi mentre le rimanenti trent'uno tornarono tutte su Asura. Ottenuta poi un'alleanza temporanea coi Wraith, che fornirono sette navi alveare, e una permanente con i Viaggiatori, che portarono alla battaglia sei navi generazionali e quella classe Aurora, attaccarono Asura tenendo le navi nemiche occupate e dando al dott. McKay abbastanza tempo per distruggere il pianeta (ATL: "Alleanze").

DoveriModifica

Nel 2008 la Apollo in orbita sulla Terra fornì il suo supporto nella cattura del replicatore: lo trasportò nell'atmosfera in modo da distruggerlo permanentemente (ATL: "Tagliato fuori")

Sempre nel 2008 trasportò la dr. Vanessa Conrad su Atlantide e dopo aver scoperto che era un'intelligenza artificiale Sakari la trasportò di nuovo su un altro pianeta in Pegaso dove potesse continuare a distribuire la vita (ATL: "Remnants").

Alveare potenziato con ZPMModifica

Nel 2009 l'Apollo partecipò ad una missione congiunta con la Sun Tzu per tentare di fermare il superalveare; la missione si rivelò un fallimento: la nave dovette accogliere a bordo l'equipaggio della nave cinese e subì danni pesantissimi (ATL: "Enemy at the gate").

Principali battaglie Modifica

Note Modifica

Nell'episodio "Attacco a sorpresa" l'Apollo arriva prima della Daedalus, che proprio in quel periodo avrebbe dovuto portare rifornimenti ad Atlantide, ciò significa che il suo iperguida è più veloce di quello della Daedalus o più logicamente che il col. Ellis avesse spinto di più i motori data l'urgenza della sua missione. Infatti se la prima ipotesi fosse vera, come si spiegherebbe l'arrivo in contemporanea delle due navi nell'episodio "Alleanze"?

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale