FANDOM


Le navi di classe Aurora sono un tipo di vascelli Lantiani che erano in servizio durante la guerra contro i Wraith. Il nome di questa classe di navi deriva dal fatto che la prima di queste ad essere incontrata dalla Spedizione Atlantide si chiamava prorpio Aurora. Il vero nome della categoria di vascelli non è mai stato riportato.

Specifiche tecnicheModifica

Le navi di classe Aurora furono largamente impiegate dai Lantiani nella loro guerra contro i Wraith e sono tra le navi più potenti mai incontrate nell'universo. Comparabili in potenza solo ad una nave classe Daedalus e forse ad una nave madre Ori o ad un vascello classe O'Neill degli Asgard queste navi sono in grado di tener testa, con una discreta facilità, a flotte intere di Ha'tak e a gruppi di navi alveari Wraith.

TecnologiaModifica

Le navi classe Aurora rappresentano il fiore all'occhiello della flotta degli Antichi dal momento che sono equipaggiata con alcune fra le tecnologie più avanzate di tutte le razze dell'universo.

Sistemi di controllo e comunicazioneModifica

Le navi di classe Aurora sono equipaggiate con sistemi per la comunicazione subspaziale che permette loro di inviare messaggi alla velocità della luce per tutta la galassia e sono anche in grado di proiettare immagini olografiche su altri vascelli.

ArmiModifica

Le navi di classe Aurora sono armate con droni e armi a energia più convenzionali. I primi sono capaci di distruggere una nave alveare in pochi secondi e si sono dismostrati molto efficaci contro gli Ha'tak Goa'uld e le navi Asurane, di cui riescono in entrambi i casi a perforare facilmente gli scudi. Essi possono essere lanciati sia dal ponte di comando che da una sala ausiliaria dove si trova una sedia, come quelle di Atlatide e dell'avamposto antartico sulla Terra
Le armi energetiche invece si dimostrano molto meno potenti dei droni ma comunque sono in grado di distruggere una nave generazionale dei Viaggiatori e infliggere danni pesanti ad un alveare.

ScudiModifica

Le navi classe Aurora sono progettate con scudi che ricoprono la superficie dello scafo della nave come una sorta di involucro, a differenza degli scudi di tutte le altre razze che invece hanno una forma a bolla. Questi scudi riescono a resistere ad un'intensa forza di fuoco e possono addirittura sopportare l'immenso calore dell'esplosione di un vulcano per un certo periodo di tempo. Vengono alimentati con un limitato dispendio di energia e la loro forza è significativamente aumentata se vengono utilizzati degli ZPM. In compenso lo scafo della nave è molto debole e facilmente perforabile se gli scudi non dovessero essere attivi.

EnergiaModifica

Non si sa ancora che cosa esattamente alimenti queste navi, ma si tratta sicuramente di fonti d'energia altamente redditizie dato che alcune navi hanno continuato ad essere attive per 10000 anni senza interruzioni. Data la potenza di queste navi è presumibile anche che per erogare gli enormi livelli di energia necessari vengano impiegati sulle navi classe Aurora degli ZPM, almeno quando è necessario fornire particolare capacità alle navi (potenziare armi, scudi, iperguida...).

MotoriModifica

Le navi classe Aurora sono dotate di due diversi tipi di motori: i propulsori subluce e l'iperguida.
I primi sono i più veloci mai incontrati in tutto l'universo che permetto di raggiungere una velocità paro al 99,9% della valocità della luce, se modificati.
Anche l'iperguida si dimostra molto avanzato su queste navi e permette di viaggiare tra le galassie. In verità tutti gli iperguida costrutiti sulle navi classe Aurora permetto solo il viaggio all'interno della galassia probabilmente perchè in tal modo se una nave lantiana fosse caduta nelle mani dei Wraith essi avrebbero potuto dilagare per tutto l'universo. Volendo però si possono applicare delle modifiche strutturali all'iperguida per potenziarne l'azione. Si crede che le velocità raggiungibili da questi vascelli nell'iperspazio siano paragonabili a quelle delle navi Asgard, sopratutto se si sfrutta l'energia di uno ZPM.

Unità di stasiModifica

Le navi classe Aurora presentano al loro interno intere sezioni della nave occupate solamente da camere di stasi criogenica, che ipoteticamente potrebbero contenere l'intero equipaggio in uno stato di ibernazione. Questi sistemi possono infatti funzionare initerrotamente per migliaia e migliaia di anni ma tuttavia non sono tanto efficaci quanto le unità di stasi di Atlantide o dell'Antartide perchè non rallentano l'invecchiamento nello stesso modo.

LuoghiModifica

PonteModifica

Il ponte di comando delle navi classe Aurora permette di controllare quasi tutti i sistemi della nave. Esso è localizzato a metà della nave ed è costruito su un piano rialzato. Sul ponte si apre un'ampia vetrata che permette di guardare proprio nello spazio antistante la nave. Sul ponte si trovano molti computer e pannelli di controllo e al centro della stanza si trova una sedia di controlli con un pannello che permette la navigazione a tutti quelli che possiedono il gene ATA.

Sala di controllo ausiliarioModifica

Questa sala si trova nella parte interna della nave ed è dotata di molti pannelli di controlli come quelli di Atlantide. Da qui si possono monitorare attentamente tutti i movimenti di chiunque a bordo, aprire e chiudere i boccaporti della nave e monitorare i segni di vita. É chiaro che la sala è stata costruita per sostituire ai compiti del ponte se esso dovesse essere inacessibile, impraticabile o distrutto.

CelleModifica

Le navi lantiane presentano al loro interno delle celle che sono però di diverso design fra le varie navi classe Aurora. Per esempio, sull'Aurora la cella era costituita da una stanza chiusa da una grata energetica; invece su altre navi più recenti, come quella dei Viaggiatori, la cella è più piccola ed è costituita da una stanza senza porte in cui i prigionieri vengono rinchiusi grazie a campi di forza. É però possibile che vi siano vari tipi di celle sull stesse navi a seconda delle dimesioni e del rischio costituito dai prigionieri.

Piattaforma controllo armiModifica

Le navi classe Aurora, come Atlantide e gli avamposti lantiani, possiedono delle sedie di comando per i droni e le altre armi installate sui vascelli. La sala si trova nella sezione di poppa della nave ed è anche dotata di uno schermo antistante la sedia che permette, a chi vi si siede sopra, di monitare la situazione all'esterno della nave.

StoriaModifica

Gli Antichi possedevano un'intera flotta di queste navi che impiegarno largamente contro i Wraith nella guerra contro di loro. 10000 anni fa durante le ultime fasi della guerra, i Lantiani erano ormai prossimi alla vittoria e inviano sempre più navi all'interno del territorio Wraith per poterli eliminare definitivamente. Tuttavia in ciò gli Antichi si dimostrarono superbi e incauti tre navi classe Aurora furono catturate e i loro ZPM furono impiegati per alimentare la struttura di clonazione Wraith.(ATL: "Bottino di guerra")
In seguito quando ormai gli Antichi avevano perso la guerra, richiesero di firmare una tregua ai Wraith e inviarono in un territorio neutro un vascello con alcuni di loro pronti a trattare le condizioni della pace. Per questa operazione furono inviate come scorte ai vascelli civili le navi più forti e potenti della flotta. In realtà la tregua era una trappola e d tutte le navi se ne salvò una in principio, poi distrutta in orbita su Lantea.(ATL: "Prima del lungo sonno")

Di tutte le navi della flotta, la spedizione Atlantide ne ritrovò solo quattro: l'Aurora, la Hippaforalkus (poi ribattezzta Orione), la Tria ed un'altra che passò nelle mani dei Viaggiatori.
L'Aurora fu rinvenuta ai limiti della galassia di Pegaso, dove aveva svolto un'importante missione, poi fallendo e venendo quasi distrutta portandosi con sè due incrociatori Wraith.
La Orione fu invece scovata in un avamposto Lantiano da cui fu poi esportata. Venne poi distrutta poco dopo durante la battaglia del Vuoto. La Tria fu scoperta nel vuoto intergalattico tra la Via Lattea e Pegaso con un equipaggio ancora vivo che faceva ritorno su Atlantide ma fu poi probabilmente distrutta dagli Asurani quando fecero ritorno in città.
L'ultima invece fu scoperta dai Viaggiatori, che poi se ne impossessarono. Combattè nella battaglia di Asura ma poi fu distrutta dall'esplosione dello Stargate del pianeta colonia dei Viaggiatori (a causa dell'attivazione del dispositivo di Attero).(ATL: "Aurora", "Inferno", "La terra di nessuno", "Il ritorno", "Viaggiatori", "Alleanze", "La tribù perduta")

Durante la guerra Asurani-Terrestri-Wraith i replicatori di Pegaso riuscirono a mettere in piedi sul loro pianeta numerosi cantieri navali, coi quali costruirono una flotta di almeno 38 navi. 37 furono distrutte nel corso della guerra e ben 30 nella battaglia di Asura; una invece si salvò e atterrò su un pianeta ma da allora non se ne seppe più nulla. (ATL: "Alleanze", "Il fantasma nella macchina")

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale